partner-sostenitori-destinatari

Progetto Sviluppo Liguria realizza un intervento sociale integrato in Italia con i seguenti partner, sostenitori e destinatari…

Partner

Per quanto riguarda l’ambito della Formazione sociale, Consulenza individuale e Supervisione psicosociale e pedagogica e Mediazione del conflitto, vista l’ampiezza dell’elenco dei partner si rimanda allo specifico elenco, riportando di seguito solo una tabella sintetica:

  > scuola - università             
  infanzia                   primarie                 secondarie I grado  secondarie II  grado      facoltà             soggetti    scolastici                totali                          
 genova  nazione   genova   nazione    genova nazione   genova  nazione    genova  nazione 
 genova  nazione genova   nazionali  generali
 5  -  17 2  26 7 14 13  3 - 6 2   71  24   95
  > cooperative sociali               9    1   10
  > associazioni - soggetti sociali vari             25  24   49
      totali   105  49  154

Sostenitori

I nostri progetti sono, e sono stati nel tempo, accompagnati e sostenuti da numerose persone e da molteplici soggetti istituzionali, privati e pubblici, che sentiamo quindi partecipi dei nostri risultati.

Destinatari

Le tre principali modalità di intervento - formazione sociale, consulenza individuale e supervisione psicosociale e pedagogica e mediazione di conflitto - sono rivolte alle più significative figure - familiari e professionali - che, entrando in relazione educativa con le/gli adolescenti, ne costituiscono lo spazio educativo. In particolare si tratta di:

  • genitori [singoli e coppie]
  • docenti curricolari e di sostegno di scuole secondarie di I e II grado
  • educatori professionali
  • operatori, coordinatori e responsabili di organismi del privato sociale, e dei servizi sociali pubblici

Nello schema qui disponibile vengono indicati i destinatari suddivisi per ogni singola azione di formazione, supervisione e mediazione.

 La natura integrata dell’intervento lo rende estremamente versatile e adattabile alle molte situazioni educative possibili, e alle relative richieste professionali.

  • quale che sia la modalità di avvio del percorso - formativa, di consulenza / supervisione o di mediazione di conflitto - l’accesso rimane aperto a tutte le altre; in tal modo l’azione può essere diversificata, approfondita, modulata e adattata a seconda del problema specifico da affrontare e delle richieste particolari dei destinatari: ad esempio, è un fatto consueto passare da una formazione su una tematica psicopedagogica alla richiesta di una supervisione più lunga e strutturata, o viceversa; oppure decidere di fare una mediazione per un conflitto emerso proprio durante la situazione protetta tipica della supervisione; o ancora che a seguito di una mediazione di conflitto emergano richieste formative specifiche, o la necessità di un accompagnamento continuativo; e cosi via
  • allo stesso modo il fatto rivolgersi potenzialmente a tutti i principali attori dello spazio educativo dell’adolescente, fa sì, ad esempio, che si parta da una richiesta dei docenti di una classe, per poi coinvolgere i genitori degli studenti; oppure, dopo aver iniziato a lavorare con gli educatori di un centro socio-educativo o di una comunità educativa territoriale, che si allarghi l’intervento ai genitori e ai docenti.

Prosvil 2017 Logo Grey 150

Progetto Sviluppo Liguria ... dal 1993
Piazza Acquaverde, 5 • 16126, Genova [Italia]
tel e fax +39 010 2478588 • e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
c.f. 95049120108 · iban IT08I0617501400000005859880
Informativa Privacy e Cookie