nel mondo

Ogni volta che ascolto una storia, una esperienza, un modo di sentire
che riesce a rompere il deserto di silenzio e solitudine che accerchia chi è lontano dall’abbondanza,
sento quanta ricchezza umana si perde e si distrugge nel mondo,
a causa della disattenzione, della sordità e dell’incapacità di ascoltare
che accompagna tanto nostro operare.
Il sogno di un possibile sviluppo umano per me non riguarda solo chi è oppresso
dalla violenza e dalla fame, nel sud del mondo,
ma anche tutti coloro che, come noi, sono incapaci di entrare in relazione
con le diversità delle esperienze, senza ridurle al nostro modo di vedere e di pensare.
Solo riaprendo canali di ascolto interrotti, o resi forzatamente unidirezionali,
potremo pensare a una cooperazione che sia davvero tale, perché fondata sulla reciprocità.
E non c’è reciprocità che non passi attraverso il tempo lungo dell’ascolto.

Franco Lorenzo, Storia di Làs
Nel corso degli anni, a livello internazionale, abbiamo contribuito a formulare e a portare a compimento 54 progetti in 13 Paesi (Vietnam, Cambogia, Brasile, ex Jugoslavia, Palestina, Eritrea, Nicaragua, Repubblica Dominicana, Cuba, El Salvador, Argentina, Ecuador e Bolivia), orientandoci verso l’ambito dei diritti e dello sviluppo sostenibile.

In particolare abbiamo operato finora nei settori della formazione professionale; del sostegno a sindacati, organizzazioni di lavoratori e associazioni locali; dell’educazione; del miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie; della riabilitazione psico-fisica di adulti e bambini invalidi di guerra e disabili e del loro reinserimento sociale; della promozione dei diritti umani di famiglie sfollate; del reinserimento sociale e lavorativo di madri sole; del risanamento ambientale; del sostegno all’economia solidale e della sovranità alimentare, sempre con un’attenzione alla valorizzazione del ruolo delle donne e alla parità di genere.

In tale percorso abbiamo voluto farci compagni di strada di tante associazioni, comunità e persone, coinvolgendo fino a oggi 64 partner locali e 3.302.827 beneficiari (553.809 diretti e 2.749.018 indiretti).

Alcuni dei progetti sono stati inseriti all’interno di 5 Programmi di Sviluppo Umano Locale delle Nazioni Unite: uno di essi nel 1996 è stato riconosciuto come modello durante il Vertice di Istanbul sugli insediamenti umani, mentre un altro è stato premiato nel 2002 al Vertice di Johannesburg sullo sviluppo sostenibile.
 

Prosvil 2017 Logo Grey 150

Progetto Sviluppo Liguria ... dal 1993
Piazza Acquaverde, 5 • 16126, Genova [Italia]
tel e fax +39 010 2478588 • e-mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
c.f. 95049120108 · iban IT08I0617501400000005859880
Informativa Privacy e Cookie