PDF Stampa E-mail

Bolivia. Emergenza siccità

I risultati

vai alla scheda progetto

Il progetto scaturisce dalla relazione avviata - a partire dalla missione realizzata nell’ottobre del 2010 - con l’associazione boliviana ICO (Instituto de capacitaciòn del Oriente), che lavora per affrontare in modo strutturale le problematiche che affliggono le popolazioni indigene contadine che vivono nelle Valli interandine del Paese.

Il progetto 'Bolivia. Emergenza siccità' si è affiancato a tali interventi di medio-lungo periodo per fornire risposte immediate e concrete a 713 persone colpite a fine 2010 dalla peggiore siccità che gli anziani ricordino, fornendo loro per tre mesi prodotti alimentari di prima necessità e promuovendo, con l’arrivo delle prime piogge, interventi agricoli di ciclo breve (mais fresco, patate, ortaggi) al fine di garantire un raccolto nel momento in cui si sarebbe conclusa la distribuzione degli alimenti.
  
L'intervento di emergenza ha permesso alle famiglie beneficiarie di fronteggiare una situazione drammatica e di poter riattivare la tradizionale attività agropastorale, su cui si basa la loro sopravvivenza. Al fine di garantire continuità alle azioni svolte e di migliorare il grado di sicurezza alimentare delle 9 comunità coinvolte, le stesse sono destinatarie del progetto multisettoriale Pacha Mama (leggi la scheda).

Tutte le fasi del piano d’intervento hanno previsto l’attivo coinvolgimento dei rappresentanti delle 9 comunità coinvolte, che hanno affiancato il personale di ICO nelle operazioni di pianificazione, acquisto, trasporto e distribuzione di alimenti. Quest'ultima è avvenuta in tre momenti: a metà dicembre, alla fine di marzo e alla fine di maggio.

Prima consegna: 10 e 11 dicembre 2010.
Dopo aver individuato i fornitori più convenienti sono stati effettuati i primi acquisti all’ingrosso nella città di Cochabamba: a causa della scarsa disponibilità sul mercato locale alcuni alimenti inizialmente previsti non sono stati acquistati (fagioli e lenticchie) o se ne sono ridotte le quantità (sale). 

Omereque_prima_consegna_-_tabella_1

per un totale consegnato di:

Omereque_prima_consegna_-_tabella_2

*unità di misura corrispondente a 11.502 gr

Guarda il video della prima consegna:

Seconda consegna: 29 marzo 2011.
Essendo previsto per i primi giorni di aprile il raccolto delle patate presso le comunità destinatarie, questo alimento base della dieta locale è stato in larga parte sostituito con fagioli e lenticchie. Nella definizione delle quantità di alimenti da acquistare, che si sono aggiunti all'avanzo della precedente consegna, si è tenuto conto del censimento della popolazione beneficiaria effettuato dal personale di ICO durante la prima consegna.
Gli alimenti avanzati dalla seconda distribuzione sono stati consegnati al segretario generale della Centrale Regionale di Omereque, massima autorità del Sindacato Agrario Contadino della zona, affinché siano consumati in occasione della prossima festa comunitaria. 

La tabella sottostante riporta le quantità di alimenti complessivamente consegnati, ripartiti per tipologia di famiglia.

Omereque_seconda_consegna_-_tabella

Terza consegna: 28 maggio 2011.
Grazie al cambio favorevole euro/peso boliviano, si è potuto disporre, alla fine della seconda consegna, di un saldo finanziario positivo. E' stato quindi possibile acquistare pacchi di biscotti per garantire nei prossimi 7 mesi due merende quotidiane ai 125 bambini che frequentano le 5 scuole della parte alta del Municipio di Omereque (Sunchu Lagua, Salado K'hasa, Huanacuni Chico, Huanacuni Grande e Tranca Laguna), servizio precedentemente interrotto dalle Istituzioni locali per mancanza di fondi (ricordiamo che molti studenti ogni giorno percorrono diversi chilometri a piedi per recarsi a scuola - NdT).  

In fase di elaborazione progettuale si era concordato con l’autista messo a disposizione dall’autorità municipale di effettuare le consegne in 3 luoghi distinti in modo da facilitare il più possibile l’accesso a tutte le comunità. 
Ciò non è stato effettivamente possibile perché l’autista si è rifiutato di raggiungere le zone più impervie; tutte le consegne sono quindi avvenute presso la comunità di Huanacuni Chico.

Complessivamente sono state coinvolte 165 famiglie (155 nella prima consegna) delle 167 residenti nella zona: 51 composte da 1 o 2 componenti, 64 da 3-5 e 50 da 6 o più persone. Le distribuzioni hanno tenuto conto delle esigenze particolari delle varie tipologie di famiglie presenti.

Per garantire la trasparenza nelle distribuzioni sono stati predisposti attestati di consegna per comunità, tipo di famiglia e tipo di alimento che sono stati firmati sia dalle famiglie beneficiarie, sia dalle autorità comunitarie locali (vedi allegati).

Insieme alla prima consegna alimentare, il 13 dicembre, dopo 9 mesi di assenza, è arrivata anche la prima pioggia.

 

Le fotografie della prima consegna:

 

 

Le fotografie della seconda e terza consegna:

 

 

 

Ascolta l'intervista radiofonica al sindaco del Municipio di Omereque, relativa alla seconda consegna:                

Click to download in MP3 format (15.54MB)

 

Leggi la documentazione completa relativa alla prima consegna, in spagnolo:

 

Leggi la documentazione completa relativa alla seconda e terza consegna, in spagnolo:

 

iVita nuova in Ecuador

Share
  < back

Su questo sito sono attivati i cookies
per migliorarne l'usabilità e le funzionalità.
Leggi il Codice della Privacy.

Accetta i cookie