Progetti in corso
progincorso_small

ico_legenda

ico_sanitaambient_100

BOL02_PachaMama_Sicurezza_alimentare

Pacha Mama. Alimentazione sicura

Progetto per il rafforzamento di comunità indigene in aree rurali della Bolivia.
Inizio: 01.09.2011     Fine: 30.06.2012
 

BOL_Cartina_PachaMama_Alimentazione_sicura

 

 

 

Gli obiettiviCon quanto | Le attività | I beneficiari | Con chi | Foto


Perche' questo progetto

Il progetto si realizza in Bolivia, nella parte alta del Municipio di Omereque, Provincia Campero, Dipartimento di Cochabamba, uno tra i più poveri del Paese con un reddito medio pro capite di 0,54 dollari al giorno.

In un Paese come la Bolivia, dove il 36% della popolazione vive quasi esclusivamente degli alimenti che coltiva, i cambiamenti climatici in atto producono effetti che si possono già misurare.

Negli ultimi anni, a una stagione delle piogge sempre più tardiva e intensa che caratterizza la parte orientale del Paese è corrisposta una crescente siccità a occidente; l’alternanza di inondazioni e siccità determina l’erosione dei suoli, con conseguente diminuzione di fertilità e, quindi, di produttività. A questi fenomeni diretti si aggiungono processi indiretti di medio periodo, quali la diffusione di malattie delle piante e di parassiti nuovi che rendono sempre più necessario adattare le colture e le pratiche agricole tradizionali alle attuali condizioni climatiche, con il rischio, se non ci si riesce, di perdere interi raccolti.

La popolazione risulta pertanto esposta a un grado d’insicurezza alimentare elevato, che assume carattere di drammaticità nelle aree rurali se sommato a tutti gli altri fattori che generano insicurezza e povertà.

Di fronte a tale scenario, appare quindi di fondamentale importanza recuperare la sostenibilità del ciclo agropastorale in modo da aumentare la produttività agricola e garantire un’alimentazione sicura alla popolazione.


Gli obiettivi 

Il progetto ha lo scopo di contribuire al miglioramento delle condizioni di vita delle comunità indigene delle Valli interandine boliviane, rispondendo agli effetti del cambiamento climatico.
In particolare, l’iniziativa è volta a rafforzare le competenze dei contadini della zona alta del Municipio di Omereque in modo che essi possano raggiungere un maggior grado di sicurezza alimentare, adottando al contempo un approccio sostenibile nell’utilizzo delle risorse naturali.

Con quanto  Grafo BOL02

Il costo complessivo del progetto è stato di € 66.000.

 

 

 

 

 

 

 


Le attivita' 

L’intervento proposto consiste in un articolato processo di formazione-azione rivolto alle donne e agli uomini capofamiglia di 9 comunità rurali indigene affinché possano perseguire la propria sicurezza alimentare, adottando un approccio produttivo agropastorale sostenibile e rafforzando le proprie capacità rivendicative nei confronti delle istituzioni locali per indurle ad avviare politiche pubbliche di sviluppo che tutelino gli interessi della popolazione.

In una fase iniziale verranno realizzate 27 giornate laboratoriali comunitarie volte ad analizzare il livello di vulnerabilità del sistema alimentare attuale e a elaborare collettivamente un sistema alimentare modello.
In ogni comunità si realizzeranno 3 giornate, 2 distinte per genere per consentire di valorizzare le differenti visioni tra uomini e donne e 1 di elaborazione comune con la partecipazione complessiva di circa 270 persone.

Le comunità coinvolte identificheranno, poi, i/le 72 dirigenti (8 per comunità, 36 donne e 36 uomini) che parteciperanno, nella Scuola per leader che ICO gestisce nella città di Vallegrande [Dipartimento di Santa Cruz], ad un percorso formativo teorico-pratico composto da 5 moduli di 3 giorni ciascuno sulle seguenti tematiche:

  • Alimentazione adeguata come diritto umano
  • Educazione alimentare nutrizionale
  • Produzione agro-ecologica volta all’autosufficienza
  • Gestione del ciclo integrale dell’acqua
  • Elaborazione di proposte tecnico-politiche per progettare un Piano Comunale che favorisca la sicurezza alimentare

36 dirigenti coinvolti nel processo formativo verranno contemporaneamente sostenuti nell’applicazione immediata delle conoscenze acquisite alle proprie piccole proprietà tramite l’implementazione di ‘fattorie agro-ecologiche modello’ che potranno poi essere utilizzate nel corso di giornate dimostrative per condividere con il resto della comunità quanto appreso in tema di produzione agro-ecologica (recinzione, preparazione del terreno, diversificazione produttiva, tecniche di concimazione biologica e di lotta integrata ai parassiti, microsistemi di irrigazione).

Ulteriore applicazione immediata del processo formativo consisterà nell’elaborazione e presentazione alle autorità locali di proposte tecnico-politiche - basate sulla considerazione di un’alimentazione adeguata come diritto umano fondamentale - che favoriscano la sicurezza alimentare e tutelino gli interessi della popolazione.

Il processo formativo verrà poi esteso agli altri membri delle comunità tramite la socializzazione delle conoscenze acquisite nell’ambito di 36 giornate laboratoriali comunitarie che affronteranno tutte le tematiche sopra citate utilizzando una metodologia formativa dimostrativo-partecipativa peer to peer: i/le dirigenti, migliorando le proprie capacità individuali e conseguentemente la propria autostima, diventeranno così veri promotori di un cambiamento orientato alla sovranità alimentare, generando un ambiente propizio all’esercizio dei diritti delle persone.

Tutto il processo sarà accompagnato dalla supervisione di un consulente tecnico operativo in area rurale.


I beneficiari 

I destinatari diretti sono 450 donne e uomini indigeni quechua, quelli indiretti sono i 713 abitanti delle 9 comunità della parte alta del Municipio di Omereque. 

Con chi 

Partner proponente ed esecutore di questa componente progettuale è:
ICO (Istituto di Formazione dell’Oriente) è un’organizzazione non governativa che dal 1981 lavora nelle Valli Interandine, tra le aree più povere del Paese.
Realizza interventi presso comunità contadine indigene promuovendone la maggiore partecipazione politica e lo sviluppo economico con l’obiettivo di contribuire alla costruzione di un nuovo modello sociale giusto, equo, inclusivo e sostenibile. Per far questo, ai temi della gestione sostenibile dell’ambiente, della sovranità alimentare e dell’approccio di genere associa la promozione dei diritti economici, politici e sociali. 
Da tempo ICO collabora con le 9 comunità destinatarie dell’intervento, realizzando presso di esse interventi di medio-lungo periodo.
ICO collabora attualmente con i Programmi di Sviluppo Umano delle Nazioni Unite, con associazioni internazionali, europee e con enti e istituzioni boliviani.

Foto 

 

 

 

Con chi 
Share
  < back

Su questo sito sono attivati i cookies
per migliorarne l'usabilità e le funzionalità.
Leggi il Codice della Privacy.

Accetta i cookie