Progetti in corso
progincorso_small

ico_legenda

ico_educazione_25

le_citta_invisibili2

Le città invisibili

Pragmatica della comunicazione, manipolazione del consenso, pedagogia della decostruzione, pedagogia narrativa.
 










Gli obiettivi
| Le attività | I destinatari | Con chi

Perché questo progetto

La costante innovazione tecnologica e, contemporaneamente, la crescita esponenziale e incontrollata della quantità delle informazioni circolanti attraverso un sistema dei media sempre più integrato rivelano quello della comunicazione come un potere posto al crocevia strategico dei poteri tradizionali – culturale, politico ed economico – in grado, più di ogni altro, di condizionare e orientare – in modo più o meno occulto, le scelte quotidiane e le decisioni esistenziali di masse sempre più rilevanti di persone.
Il rumore di fondo in cui ciascuno è immerso tende a compromettere le capacità di decodificazione dei messaggi ricevuti e di analisi critica dei meccanismi di manipolazione del consenso messi in atto dai diversi mass media. Una decostruzione di strumenti e contenuti allora diventa una proposta formativa metodologica indispensabile nel contesto di un’educazione alla mondialità integrata che rivolga lo sguardo anche ai meccanismi di costruzione della percezione dell’immaginario collettivo sul mondo. Con, in più, un’uscita ‘politica’ sulla pedagogia narrativa come prassi – attraverso il recupero della memoria e, quindi, dell’identità - di connessione delle storie individuali alla Storia collettiva.      


Gli obiettivi 

Formazione su comunicazione, pedagogia della decostruzione e pedagogia narrativa.

Le attività 

Le tematiche e gli argomenti trattati sono:

  • Pragmatica della comunicazione
  • Ascoltare
  • Comunicare
  • Pedagogia della decostruzione
  • Educazione all’immagine
  • La comunicazione manipolata
  • La comunicazione pubblicitaria
  • La comunicazione ecologica
  • La pedagogia narrativa

L’attività formativa è rivolta e organizzata secondo una modularità adattabile alle necessità e alle richieste specifiche
dei destinatari.
Per gli studenti, orientativamente, i singoli laboratori - inseriti in cicli di 4-6 incontri - durano mediamente 2 ore ciascuno. Con gli adulti invece la durata di un laboratorio è di almeno 3 ore.
Anche la periodicità dei laboratori è alquanto diversificata, potendo variare da un ciclo concentrato di incontri con cadenza giornaliera a una frequenza settimanale; quest’ultima è una formula ideale con gli studenti poiché consente un sufficiente periodo di elaborazione e, contemporaneamente – avendo sempre gli stessi insegnanti referenti del progetto – non incide in modo rilevante sull’organizzazione scolastica.


I destinatari 

Formazione partecipata e interattiva rivolta a:
  • studenti di Scuole Secondarie di I. e II. grado
  • insegnanti di Scuole Secondarie di I. e II. grado
  • operatori sociali appartenenti ad associazioni, cooperative e organismi del privato sociale
  • tecnici e funzionari dei servizi sociali pubblici
  • adulti in generale.


Con chi 

Abbiamo lavorato con le seguenti scuole:

  • Scuole secondarie di I. grado: ‘Parini-Merello’; ‘M. Boccanegra’; ‘S. Quasimodo’; ‘G. Alessi’; ‘D. Alighieri’; ‘A. Gramsci’; ‘P. Gaslini’; ‘U. Foscolo’; ‘San Pier d’Arena’; ‘A. Gastaldi’; ‘L. Milani · C. Colombo’; ‘G. B. Baliano’; ‘A. Bertani · J. Ruffini’; ‘A. d’Oria · G. Pascoli’; ‘G. Parini · R. Merello’; ‘M. D’Azeglio’; ‘L. Cambiaso’; ‘A. Usodimare’; ‘C. Fieschi Adorno’; ‘S. Pertini’; ‘M. M. Ollandini’; ‘G. A. Aycardi · C. A. Ghiglieri’; ‘Giovanni XXIII’; ‘Pia Casa di Misericordia’.  
  • Istituti comprensivi: ‘San Francesco da Paola’; ‘G. Di Giona’; Bolzaneto; Oregina; Pontedecimo; Casella.  
  • Scuole secondarie di II. grado: ‘G. Mazzini’; ‘C. Colombo’; ‘G. D. Cassini’; ‘P. Klee · N. Barabino’; ‘G. Deledda’; ‘P. Gobetti’; ‘Vittorio Emanuele II · J. Ruffini’; ‘L. Einaudi · G. Casaregis’; ‘C. Rosselli’; ‘E. Majorana’; ‘I. Calvino’; ‘A. Meucci’; ‘P. Levi’; ‘G. Chiabrera’; ‘G. Della Rovere’; ‘A. Issel’; ‘G. Mazzini’; ‘A. Fossati’; ‘V. Cardarelli’.


E con i seguenti soggetti sociali e Associazioni:    

  • AGESCI; Amnesty International; ARCI · Settore Immigrazione; La Bottega Solidale; CELIVO; Centro Metafora Gestalt; CGIL; ISCOS · CISL; Isforcoop; LaborPace · Caritas; Il Moltiplicatore;     Progetto Continenti; Società Ligure di Psicologia; White Dove; WWF; Macramé; GIAN; Nuova Solidarietà; Magazzini del Mondo; Centro Servizi per il Terzo Settore ‘Vivere Insieme’; WWF; I Ricostruttori ; ASCUR; Il Biscione; COOPSSE; SABA; La Spiga; La Torretta; Tempi Moderni.

 

displaydescription - 0|1
Share
 

Su questo sito sono attivati i cookies
per migliorarne l'usabilità e le funzionalità.
Leggi il Codice della Privacy.

Accetta i cookie