Vantaggi e agevolazioni fiscali PDF Stampa E-mail

Partecipare al sostegno dei nostri progetti in Italia e nel Sud del pianeta significa entrare a far parte di una/un comunità/insieme di persone che credono che costruire un mondo più giusto e capace di futuro sia davvero possibile.
Saremo contenti di tenerti costantemente informato sull’andamento delle attività che hai contribuito a realizzare, sia attraverso la nostra newsletter, sia attraverso resoconti e/o incontri specifici.

Progetto Sviluppo Liguria è giuridicamente riconosciuta come Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale (ONLUS). Ciò comporta la possibilità di:

per le persone fisiche:

  • detrarre dall'imposta lorda il 19% dell'importo donato, fino ad un massimo di 2.065,83 euro
    oppure
  • dedurre dal proprio reddito le donazioni effettuate, per un importo non superiore al 10% del reddito complessivo dichiarato e comunque nella misura massima di 70.000,00 euro annui.


Per poter usufruire delle agevolazioni fiscali citate - non cumulabili tra loro - i versamenti devono essere effettuati tramite: bonifico bancario, assegno bancario, assegno circolare e carta di credito. E' necessario, inoltre, conservare la relativa documentazione. All’inizio di ogni anno ti invieremo un riepilogo dei contributi ricevuti nel corso dell’anno precedente che potrai utilizzare come pro memoria per riunire le ricevute dei versamenti effettuati e allegarle alla dichiarazione dei redditi.

per le persone giuridiche:

  • dedurre dal reddito d'impresa complessivo la donazione effettuata: per un importo non superiore al 10% di quanto dichiarato, fino a un massimo di 70.000 euro annui
    oppure
  • per un importo non superiore al 2% del reddito d'impresa dichiarato, fino a un massimo di 2.065,83 euro annui. 
  • dedurre le donazioni in natura effettuate, il cui costo specifico complessivo non sia superiore a 1.032,91 euro, per un importo non superiore a 2.065,83 euro o al 2% del reddito d’impresa dichiarato (per la cessione di derrate alimentari e prodotti farmaceutici alla cui produzione o scambio è diretta l’attività dell’impresa non vi è un vincolo di costo).
  • dedurre le spese relative all’impiego di lavoratori dipendenti, assunti a tempo indeterminato, utilizzati per prestazioni di servizi erogate a favore di ONLUS, nel limite del cinque per mille dell’ammontare complessivo delle spese per prestazioni di lavoro dipendente, così come risultano dalla dichiarazione dei redditi.
  • dedurre interamente i costi sostenuti dall’impresa nell’ambito di iniziative di sponsorizzazione


Per ulteriori informazioni, contattaci

Share
  < back

Su questo sito sono attivati i cookies
per migliorarne l'usabilità e le funzionalità.
Leggi il Codice della Privacy.

Accetta i cookie